tit

IDENTIFICAZIONE E VIDEOSORVEGLIANZA

chi siamo
trasp

Il Laboratorio si occupa, in collaborazione con il Politecnico di Milano, di identificazione personale di viventi da immagini di videosorveglianza (ed altro materiale video o fotografico), riprese nel corso di rapine, furti, violenze sessuali, etc, attraverso l’utilizzo delle più avanzate tecnologie di acquisizione di volumi e immagini. Le prime fasi di tale processo sono condotte attraverso una valutazione del grado di concordanza fra l’altezza del reo e del sospettato; per aggirare le inevitabili distorsioni indotte dal mezzo di sorveglianza, è stato specificamente creato un metodo basato sull’acquisizione tridimensionale della scena tramite digitalizzatore ottico 3D e sovrapposizione dell’immagine bidimensionale sul modello virtuale ottenuto. Tale tecnica è stata applicata con successo in diversi casi forensi.

chi siamo
trasp

Il passo successivo consiste nell’identificazione specifica del soggetto,
che viene eseguita in via preliminare
tramite la valutazione morfologica dei tratti del volto.
A questo proposito il Laboratorio ha collaborato
alla redazione in collaborazione con l’Università di Dusseldorf e di Vilnius
di diversi atlanti di classificazione dei volti.

Viene utilizzata inoltre una metodica specifica di sovrapposizione 2D-3D
allo scopo di produrre un confronto fra l’immagine del sistema
di videosorveglianza ed una scansione tridimensionale
del volto del sospettato, facilitando l’operazione di riconoscimento.

chi siamo
trasp

ATTIVITA' DI RICERCA

Il Laboratorio, in collaborazione con il Politecnico di Milano, si occupa
di sviluppo di nuove tecnologie e metodiche nel campo dell’identificazione del vivente con un’attività di ricerca specifica mirata alla quantificazione
dei margini di errore della sovrapposizione 3D-2D,
e nel miglioramento delle tecniche di acquisizione 3D tramite
le strumentazioni più moderne quali il laser scanner e la stazione totale.

Tale attività di ricerca ha portato allo sviluppo di un sistema moderno
sia per il calcolo delle stature da immagini bidimensionali sia per

chi siamo
trasp

il confronto tra il volto di un sospettato e un volto video o foto ripreso, che costituisce ancora oggi uno dei metodi più moderni e citati in letteratura.

E’ inoltre in fase di sviluppo un sistema di identificazione personale basato sul confronto dei profili, che potrà essere utilizzato come ulteriore metodo
di identificazione personale di viventi da sistemi di videosorveglianza.

chi siamo
trasp

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE
Tra le nostre pubblicazioni di ricerca e accademiche più importanti segnaliamo:

1 - C Cattaneo, D De Angelis
Visual Recognition Systems in Identification
(Wiley Encyclopedia of Forensic Sciences, Eds A Jamieson, A Moenssens, Wiley, 2009)
2 - D De Angelis, R Sala, A Cantatore, M Grandi, C Cattaneo
2009 A new computer-assisted technique to aid personal identification (International Journal of Legal Medicine, 2009;123(4);351-6)

trasp

3 - D De Angelis, R Sala, A Cantatore, P Poppa, M Dufour,
M Grandi, C Cattaneo - 2007 New method for height estimation of subjects represented in photograms taken from videosurveillance systems.
(International Journal of Legal Medicine, 121(6):489-92)
4 - S Ritz-Timme, P Gabriel, Z Obertovà, M Boguslawski, F Mayer, A Drabik,
P Poppa, D De Angelis, R Ciaffi, B Zanotti, D Gibelli, C Cattaneo
A new atlas for the evaluation of facial features: advantages, limits, and applicability. (2010 Apr 6. [Epub ahead of print])

Per la bibliografia LABANOF completa su questo ed altri argomenti si rimanda alla sezione “Pubblicazioni”

© 2012 Labanof. I contenuti del sito sono proprietÓ del Labanof e dell'UniversitÓ degli Studi di Milano, immagini e contenuti sono riproducibili esclusivamente dopo aver inoltrato idonea richiesta. | webdesign